Ep 39 – Bene per loro, non per me

ASCOLTA TUTTI GLI EPISODI

39-blog

Dimenticate i vostri anni, qualsiasi sia la vostra età, anche voi oggi state per avere 70 anni…

 

***
Ora vivo in Groenlandia. Ho vissuto da alpinista, ho fatto grandi e piccole spedizioni nel deserto in Africa, in Asia. Ho fatto altitudine e sci estremo.

Quando avevo un nodo psicologico o economico, quando avevo dei problemi insomma, ho sempre preso gli scarponi e son andato in montagna. E ho fatto cose stupide e stranissime, ho anche sofferto lassù. Però il nodo si è sciolto.

(Robert Peroni)

***

Se io ho un problema, qui in Italia, dopo 10 minuti chiamo un amico. Se non c’è schiaccio un bottone e sento musica in auto. Se non c’è musica, schiaccio altro bottone e faccio un’altra cosa. Che cosa significa? Significa che io non mi confronto con me stesso.

Come si impara a vivere? E soprattutto quando lo si impara? A che età? Sì, ecco: a che età si diventa saggi?

(Matteo Caccia)

***

Se guardo ai miei settant’anni, mi rendo conto che la neve mi ha seguito per tutta la vita, e che la scelta di attraversare la Groenlandia per infilarmi nel bianco assoluto per tre mesi era già scritta nella vita che avevo vissuto fino a quel momento.

(da “I colori del ghiaccio”, che Robert ha scritto insieme a Francesco Casolo)

 

 

***

Maria Virginia è stata una prefica. Le prefiche in alcuni paesi dell’Italia insulare e meridionale erano figure femminili pagate per piangere ai funerali. Dopo una vita passata a piangere ai funerali e a fare piccoli lavori di sartoria, alla morte del marito quella donnina con i capelli grigi e lunghissimi sempre avvolti in uno chignon aveva deciso di godersi un po’ la vita e aveva fatto una cosa piuttosto semplice. Aveva affittato una cabina su un traghetto. Prima per una settimana, poi un mese e poi l’estate intera. Era diventata parte dell’equipaggio che le aveva concesso di sistemare una sedia sdraio sul ponte dove passava il giorno. Quando ho conosciuto Robert mi è tornata in mente Maria Virginia.

(Matteo Caccia)

 

***

PLAYLIST

ANTONY & THE JOHNSONS – FOR TODAY I AM A BOY
Society – Eddie Vedder
Ohio – Damien Jurado

 

 

 

Comments

comments



Una replica a “Ep 39 – Bene per loro, non per me”

  1. Grazia scrive:

    ciao Matteo…bellissima puntata di Roberto Peroni..fatalità ho appena finito di leggere …dove il gvento soffia più forte…

Lascia una risposta