EP 41 – Mi si è riempita la vita

ASCOLTA TUTTI GLI EPISODI

blog-41 (1)

Dimenticate i vostri anni, qualsiasi sia la vostra età, anche voi oggi state per avere 77 anni

 

***

Arriva un momento  in cui si resta soli.

Finché si è coppia, ci si aiuta, di tante cose. C’è una condivisione, ritorni a casa, c’è qualcuno che ti aspetta. Da sola è diverso. Io conosco una vedova che pranza e cena sul davanzale,  lei non riesce a mettersi sul tavolo a mangiare, perché si vede sempre il marito. E dice di farlo per vedere qualche persona che passa…

(Matteo Caccia)

 

 

***

 

Vivo a Roma, quartiere Rebibbia e ho 77 anni. Quando sono nata mio papà aveva perso il lavoro. La Fiat aveva mandato tre carrozzieri nel 1920 da Torino a Roma. Solo che mio papà, essendo non fascista, quando venivano a prendere le macchine non andava mai a salutarle queste persone. Sì, perché doveva fare il saluto. L’hanno licenziato. Io mi ricordo che andavo con la tesserina della povertà tutte le mattine a prendere le sei ciriole che lo Stato ci passava per mangiare, per la sopravvivenza.
(Piera Bottino Magrelli)

 

***

“Welcome to Rebibbia, fettuccia di Paradiso stretta tra la Tiburtina e la Nomentana, terra di mammuth, tute acetate, corpi reclusi e cuori grandi”. Quando si esce dalla stazione della metropolitana di Rebibbia ci accoglie questa scritta. L’ha scritta Zerocalcare, il fumettista, sopra un murales che ha disegnato quest’inverno. C’è disegnato un mammuth, perché Rebibbia, non vuole essere identificata solo come la periferia di Roma col carcere, ma anche come il sito archeologico dove hanno trovato i resti di un mammuth negli anni ’80. Sopra la sua groppa, ci sono dei casermoni di periferia e delle persone di tutte le età che discutono ad alta voce. Sotto al mammuth c’è un’altra scritta: QUA CI MANCA TUTTO, NON CI SERVE NIENTE.
(Matteo Caccia)

***

Lui ha cominciato nel 1957 a pensare a me e a telefonarmi. Nel frattempo io ero a Roma e non lo vedevo, a Roma io ero fidanzata con un altro. Dicevo, ma che vuole? Era un ragazzino: perché calcola, io avevo 20 anni e lui 17. E poi lui nel ’63 mi ha ritelefonato, mi ha disse di aver finito il militare, mi chiede se ci potevamo incontrare. Ci siamo incontrati il 12 gennaio del 1964.
(Piera)

 

 

***

PLAYLIST
Alone again or – Love
Our love – Sharon Van Etten
Que Reste-t-il de nos amours – Charles Trenet

Comments

comments



Lascia una risposta